13 passaggi alla casa finita.

1. Consegna

Per la consegna vengono utilizzati autocarri speciali a pianale ribassato. Le vie di accesso e di uscita e le aree di sosta devono essere predisposte al fine di evitare qualsiasi problema all’atto della consegna. I responsabili di cantiere devono richiedere i permessi per eventuali blocchi stradali e per l’utilizzo delle aree pubbliche. È necessario accordare il peso della parete e la capacità di sollevamento. La gru mobile dell’autocarro a pianale ribassato solleva le pareti con una traversa stabilizzatrice che si attacca ai 2 punti predisposti (barra) dalla ditta produttrice.

2. Montaggio secondo il piano di montaggio

Per il corretto posizionamento degli elementi prefabbricati é necessario attenersi al piano di montaggio. Dopo aver delineato la pianta sulla piastra di fondazione o sul solaio con la corda per tracciatura, si montano i singoli elementi. Vengono segnate sulla corda per tracciatura anche la lunghezza delle pareti, le fughe e i numeri delle pareti.

3. Spianare e livellare la piattaforma

In seguito si deve livellare il terreno – solo una superficie perfettamente piana garantisce un ottimo risultato finale. Per mezzo dei livellatori viene cercato il punto più alto sulla piastra di fondazione o sul solaio e partendo da questo si procede alla posa delle piastrine d’appoggio e alla misurazione, mantenendo uno spessore minimo di 10mm Diventa Partner Redbloc e scopri i vantaggi per la tua azienda. Richiedi qui la visita di un nostro responsabile.

4. Posizionamento delle piastrine d’appoggio

Le piastrine d’appoggio vengono posate a 10 cm dall’inizio e dalla fine dell’elemento sul bordo esterno e interno.

5. Varianti di appoggio

Sono due le varianti di appoggio:

Variante 1) Piastrine di appoggio

Si posizionano le piastrine di diverso spessore, già predisposte, partendo dal punto più alto e poi si misura. Nel punto più altro é previsto uno spessore minimo di 10mm, quindi lo spessore minimo della malta deve essere di 10mm. Se le piastrine vengono disposte il giorno prima del montaggio, può rivelarsi opportuno incollarle (a causa del tempo o di altri fattori). Queste piastrine in material plastico servono da appoggio per la parete durante la fase di indurimento della malta e doevono essere disposte come di seguito descritto:

  • 10cm all’interno del piano parete
  • a livello con il bordo esterno e interno del muro
  • per gli elementi più lunghi di 3.30 m si consiglia un terzo punto di appoggio.

Prima di appoggiare gli elementi prefabbricati sui punti previsti, viene applicato in mezzo a tutte le piastrine un fondo sufficientemente spesso di malta bastarda o di una miscela già pronta (non usare la malta termica) corrispondente ai criteri statici richiesti.

Per raggiungere la perfetta unione tra gli elementi prefabbricati e la piastra di fondazione prima e il solaio poi, si mantiene uno strato di 15mm sopra le piastrine.

Operazioni successive
Dopo aver innalzato la parete si usa la malta in eccesso per richiudere in superficie le coste e i buchi fatti delle traverse di trasporto. Piastrina-malta- piastrina.

Variante 2) Strato di compensazione

Partendo dal punto più alto si stende su tutta la superficie un fondo perfettamente orizzontale di malta bastarda o di miscela già pronta con l’aiuto di un livellatore. Nel punto più alto lo spessore minimo del fondo deve essere di 10mm. Immediatamente prima del posizionamento degli elementi prefabbricati si applica uno strato di malta sottile sul fondo di malta sufficientemente indurito usando una spatola dentata.

6. Puntelli obliqui

Per garantire un montaggio perfetto e senza inconvenienti bisogna avere a portata di mano un numero adeguato di puntelli obliqui. Essi vengono impiegati dopo il posizionamento di una parete prefabbricata, per assicurare la posizione e la perpendicolarità della stessa. I pilastri sono fissati dapprima alla parete con delle viti con testa esagonale M12-140, poi sono fissati alla piastra di fondazione o al solaio in calcestruzzo con speciali tasselli a percussione. Quando si procede alla foratura dei buchi per il fissaggio meccanico, si deve tenere conto delle installazioni nel solaio grezzo. È importante serrare bene le viti, perché il foro nella piastra di fondo dei puntelli é un po’ più grande della vite. Solamente dopo questa operazione é possibile togliere le traverse di trasporto (bullone + barra di sollevamento) dalla parete prefabbricata.

7. Colla di montaggio Redbloc

giunti rimasti aperti dopo il posizionamento della parete vengono chiusi con la colla di montaggio Redbloc per proteggerli dagli agenti atmosferici. Si applica una striscia di colla nella parte interna ed esterna del giunto. I resti di colla che fuoriescono vengono tagliati una volta induriti.

8. I giunti

Ora bisogna stuccare tutti i giunti presenti all’interno. Stendere lo stucco da spatola con additivi sintetici e fibra di vetro in modo da riempire le fughe. La stuccatura deve avere un larghezza media di 10cm a destra e a sinistra.

9. La costruzione di cassero

Si costruisce un cassero nell’area del solaio massiccio con angoli ferma getto che possono essere incollati direttamente sugli elementi con la colla Redbloc. In alternativa forniamo mattoni alti 23 cm e spessi 6,5 cm.

Attenzione: Prima di gettare il calcestruzzo sul solaio prefabbricato é necessario controllare il posizionamento, il fissaggio e il rispetto delle norme di sicurezza di tutte le parteti in elementi prefabbricati.

10. Forme particolari / tramezzi

Per ottenere la stabilità ottimale é importante controllare il perfetto inserimento dei tramezzi nel resto dell’opera.

11. Porte e Finestre

Sui punti di appoggio predisposti dalla ditta per gli architravi viene steso un fondo di malta preparata in cantiere. A causa della tolleranza di produzione non si deve usare la colla Redbloc. Gli architravi prefabbricati possono essere semplici o essere già provvisti del muro necessario. L’architrave diventa portante con l’inserimento dell’acciaio di armatura e dopo il montaggio può essere subito soggetto a carico (per la sollecitazione statica si vedano le indicazioni del produttore). L’altezza delle pareti e dei parapetti delle file superiori di mattoni viene pareggiata con un taglio a getto d’acqua.

12. Installazioni elettriche

A conclusione del nastro di produzione, vengono eseguiti sulle pareti tutte le forature preliminari per gli interruttori e le prese (standard 72mm)

13. Scale

A ricevimento delle rispettive misure delle scale possono essere predisposti i rispettivi appoggi.

lg md sm xs